Fotografia e video

3 consigli professionali per organizzare le foto delle vacanze

Scopri come organizzare in modo semplice e professionale le immagini digitali scattate durante i tuoi viaggi.

Hai fatto il viaggio dei tuoi sogni ed ora la tua macchina fotografica o il tuo cellulare sono pieni di foto dei luoghi che hai visitato. Sai di doverle organizzare, ma non sai da dove cominciare: non preoccuparti, ti aiuteremo noi.

Abbiamo parlato con il fotografo Gustavo Minas (@gustavominas) e abbiamo raccolto alcuni preziosi consigli per l'organizzazione delle immagini, così da poterle trovare in un attimo quando ne hai bisogno.

Alcune fotografie di Gustavo Minas.

Esplorare visivamente i riflessi del quotidiano catturando diversi punti di vista in un'unica immagine è uno dei tratti distintivi del lavoro di Gustavo Minas.

Gustavo è un punto di riferimento della urban photography in Brasile. Nel 2017 la sua serie Rodoviária ha vinto il premio Picture of the Year LATAM nella categoria "The Future of Cities" e nel 2019 ha pubblicato ad Amburgo il suo primo libro, Maximum Shadow Minimal Light.

Gustavo è nato a Cássia nel 1981. Si è laureato in giornalismo all'Università Statale di Londrina, ha studiato il linguaggio e la storia della fotografia con Carlos Moreira a San Paolo e, dal 2009, fotografa la vita quotidiana delle città che attraversa. Attualmente lavora come giornalista e fotografo freelance a Brasilia e tiene seminari in Brasile e all'estero.

3 consigli professionali per organizzare le foto delle vacanze 3
Foto di Gustavo Minas

3 consigli per organizzare le foto delle vacanze

Organizzare le foto di viaggio può essere una sfida, soprattutto quando se ne hanno centinaia.
Per aiutarti in questo compito, il fotografo Gustavo Minas ti spiega come organizza le sue immagini e come sviluppare una propria metodologia per tenere in ordine i tuoi scatti.

1. Usa due dischi rigidi esterni

Per iniziare, è necessario definire il luogo nel quale archiviare le foto. Gustavo utilizza due dischi rigidi esterni o SSD per organizzare le sue immagini, uno per i file RAW (un formato grezzo che presenta maggiori dettagli rispetto al JPEG, ad esempio) e un altro per le foto trattate in JPEG.

I file JPEG sono più leggeri dei file RAW, quindi sono più pratici per la condivisione online.

3 consigli professionali per organizzare le foto delle vacanze 5
Foto di Gustavo Minas

Conservare queste due copie è molto importante, perché se si verifica un problema sul disco rigido con i RAW, i JPEG saranno intatti e viceversa. Questa è la migliore strategia di sicurezza per le tue immagini.

È inoltre possibile utilizzare strumenti di archiviazione cloud come Google Drive, OneDrive, Dropbox e iCloud per archiviare le immagini.

Per accedere a questi file è necessario avere una connessione internet ed alcuni file di grandi dimensioni potrebbero richiedere più tempo per essere caricati o scaricati.

3 consigli professionali per organizzare le foto delle vacanze 7
Foto di Gustavo Minas

Se lo si desidera è possibile mantenere il backup fisico su dischi rigidi o SSD in combinazione con il cloud. E se utilizzi il cellulare per scattare le foto, ricordati di eseguire il backup sul disco rigido. In questo modo non si corre il rischio di perdere i file in caso di smarrimento del telefono.

"Puoi usare la stessa logica di cui sopra per organizzare queste foto, insieme a software come VSCO Cam o Lightroom Mobile per elaborare le immagini", consiglia Gustavo.

2. Organizza le cartelle

"Se non si definisce una metodologia organizzativa, sicuramente si farà fatica a trovare una specifica foto in futuro", afferma Gustavo Minas.

Si tratta di un'operazione essenziale per mantenere organizzato il tuo archivio. Gustavo di solito crea cartelle per anno/mese/giorno e nome del luogo in cui sono state scattate le foto.

3 consigli professionali per organizzare le foto delle vacanze 9
Foto di Gustavo Minas

"Dopo aver importato i RAW, guardo i file e li ordino in Lightroom o Capture One. Assegno 4 stelle alle foto che voglio rivedere e cancello quelle che voglio eliminare, in modo che non occupino tanto spazio sul disco rigido. Poi rivedo le foto con 4 stelle, le elaboro e, quando le esporto, uso le parole chiave nel titolo", spiega il fotografo.

Esempio: il signor Bengala sulla spiaggia di Ubatuba 20 01 2022. In questo modo sarà più facile ritrovare i file ogni volta che sarà necessario.

3. Configura il software in uso

Se si desidera utilizzare un software per organizzare le immagini, è possibile sfruttare le risorse disponibili e personalizzare le impostazioni.

È possibile utilizzare Lightroom o Capture One di Adobe, o anche l'applicazione Photos, che è nativa di MacOS.

3 consigli professionali per organizzare le foto delle vacanze 11
Foto di Gustavo Minas

Nelle sue foto, Gustavo Minas configura il software per inserire il nome del file RAW originale alla fine del titolo.

Esempio: Mr. tie sao paulo_06 04 2019 _GUS0771.

In questo caso, _GUS0771 è il nome originale del file RAW. Questo modo di nominare le immagini facilita anche il processo di ricerca in futuro.

3 consigli professionali per organizzare le foto delle vacanze 13
Foto di Gustavo Minas

Ti sono piaciuti questi suggerimenti? Esplora i corsi di fotografia online di Domestika e non perderti il corso di Gustavo Minas, Introduzione alla fotografia di strada, nel quale imparerai a creare narrative visive a partire dalla vita quotidiana ed i segreti per svolgere una sessione fotografica nella strade della città.

Per saperne di più sulla fotografia:

- Impostazioni di base per modificare le fotografie
- 8 app essenziali per la fotografia
- Come scattare fotografie ad infrarossi: ispirazioni ed attrezzatura
- 12 corsi online di fotografia per padroneggiare la tecnica in 12 mesi

0 commenti

Accedi o registrati per commentare

Ricevi via email le novità di Domestika